Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne clicca su:

RSS

 

 

Catello Iovino nasce nel 1990 a Castellammare di Stabia frequenta l’istituto d’arte F. Grandi di Sorrento. Frequenta alcuni centri di riabilitazione del territorio.

Nel 2014 inizia un percorso personalizzato che vede coinvolti a domicilio alcuni professionisti della relazione di aiuto. E’ in questo periodo che si riavvicina all’espressione artistica, in particolare alla pittura, riproponendo alcuni topoi che rappresentano la sua cifra stilistica: macchine della polizia, forze dell’ordine, personaggi grandissimi.

Attraverso l’aiuto di un esperto della relazione a mediazione artistica, Catello si affaccia al femminile, e alla produzione pittorica di personaggi da lui inventati. Gratta Free, Gasmella Darci, Girgianno e Girgiorro sono solo alcuni dei lavori terminati dall’artista.

Il percorso intrapreso nell’ultimo periodo ha visto Catello lavorare con il colore senza usare i pennelli: tutte le opere realizzate in questo periodo sono state fatte “ a mano” evitando la mediazione di pennelli, spatole e tutti quelli strumenti deputati alla pittura.

05il_femminile
foto_artista
01fase1
02elementi
03astratto
04the_core
06nuovoinizio
 
 
Powered by Phoca Gallery