Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne clicca su:

Articoli

2016 Una Befana Differente

Anche con l'occasione dell'Epifania abbiamo realizzato,

a favore degli ospiti del Centro Geriatrico della RSA Villa delle Terrazze

e in collaborazione con la ASL Napoli3Sud e la Coop Nuova SAIR e Consorzio Confini,

una BEFANA DIFFERENTE

 

2015 Festa di Natale - Un Natale Differente

Per Natale 2015 abbiamo realizzato, nell'ambito delle attività svolte nella RSA "Villa delle Terrazze" della ASL Napoli3sud, due eventi particolari.

Il primo con la visita dei ragazzi dell'Associazione Sportiva, accompagnati dal loro allenatore e maestro Giovanni Macera, che hanno portato ai nostri amici anziani, oltre ai consueti doni natalizi, momenti di svago e solidarietà con la loro attenta e partecipata presenza.

 

Il secondo momento è stato un NATALE DIFFERENTE ....... 

 

2015 I Vesuviani incontrano Paganini

I Vesuviani incontrano Paganini 

8 Settembre 2015 alle 18.30 presso la sala convegni dell'Istituto SS Addolorata, Via Comizi 22, Torre del Greco,
Portiamo la nostra esperienza di tangoterapia Metodo Trossero alla presenza del maestro ballerino Raffaele Paganini.
L'incontro è organizzato dall'Associazione De Arte di Torre del Greco.

Modera la serata Maria Consiglia Izzo.

Festa dell'Estate 2015

Si è tenuta, giovedì 9 luglio, dalle ore 18,30 presso la struttura

 “Villa delle Terrazze” 

(situata nel complesso Asl Napoli 3 Sud di Torre del Greco, via Marconi 66), 

la Festa dell’Estate,

una giornata solidale annuale promossa

dall’Asl Napoli 3 Sud,

dalla cooperativa sociale Nuova Sair,

dal consorzio Confini

che operano nella struttura.


La festa dell’estate rientra a pieno titolo nelle attività socio-riabilitative della coop nuova SAIR, che gestisce i servizi infermieristici tutelati, riabilitativi e socio assistenziali di Villa delle Terrazze e del suo centro diurno integrato, unico – forse ancora per poco, in vista di voci che danno per certo il trasferimento della struttura RSA compresa in altri luoghi.

La festa giunge alla sua quinta edizione ed è stato un momento importante per gli anziani che vivono all’interno della struttura e anche per gli operatori ed i familiari: è una vetrina sociale in cui il lavoro di un anno viene condiviso con gli invitati, i dirigenti ASL e quelli della nuova SAIR.

La Festa dell’Estate ogni anno la festa ha un tema differente. Per quest’edizione, le parole che hanno fatto da faro guida sono integrazione e inclusione. Integrazione non solo con gli addetti ai lavori del sociale ed i parenti, ma anche con le associazioni del territorio. Hanno partecipato l’associazione Hobbisti Millemani, un’associazione torrese da sempre vicino a Villa delle Terrazze; l’APS Tra Cielo e Mare, un’associazione che si occupa di disagio psichiatrico; il Centro Don Orione di Ercolano e l’associazione“TdG – Torre dei Giovani”. 

Il contributo più importante alla festa è stato dato dalla nostra associazione “I Vesuviani”, che ha operato grazie al protocollo d’intesa con la ASL Napoli3Sud

 

Sappiamo bene quanto sia importante creare momenti di integrazione, di condivisione, di normalità con gli anziani, e soprattutto con i familiari degli anziani, costretti a gestire situazioni di solito tenute nascoste e al margine. Nel nostro piccolo, grazie anche al sostegno che l’Asl ha dato alla nostra associazione di volontariato, permettendoci di agire in Villa delle Terrazze, cerchiamo, tra pittura, arte, musica, costruzioni di oggetti, e tutte le espressioni artistiche, di tenere vivo il contatto di ogni persona (malata o sana, parente di malato o persona sensibile alla questione) con il se più profondo dove c’è sempre una possibile risposta a ogni situazione di disagio.>>

Dopo un brindisi di benvenuto offerto dalla nuova SAIR, gli ospiti sono stati intrattenuti dalle danze popolari dell’associazione ‘A Sunagliera, mentre I Vesuviani hanno proposto assaggi con piatti realizzati con i prodotti del progetto di Ortoterapia (pomodori del piennolo, melanzane, erbe aromatiche, prugne e prugne cerase). Si è anche realizzata un’esperienza di “tangoterapia con un gruppo di familiari e caregiver di pazienti.

i

PERSONALE di Catello Iovino

 

 

Catello Iovino nasce nel 1990 a Castellammare di Stabia frequenta l’istituto d’arte F. Grandi di Sorrento. Frequenta alcuni centri di riabilitazione del territorio.

Nel 2014 inizia un percorso personalizzato che vede coinvolti a domicilio alcuni professionisti della relazione di aiuto. E’ in questo periodo che si riavvicina all’espressione artistica, in particolare alla pittura, riproponendo alcuni topoi che rappresentano la sua cifra stilistica: macchine della polizia, forze dell’ordine, personaggi grandissimi.

Attraverso l’aiuto di un esperto della relazione a mediazione artistica, Catello si affaccia al femminile, e alla produzione pittorica di personaggi da lui inventati. Gratta Free, Gasmella Darci, Girgianno e Girgiorro sono solo alcuni dei lavori terminati dall’artista.

Il percorso intrapreso nell’ultimo periodo ha visto Catello lavorare con il colore senza usare i pennelli: tutte le opere realizzate in questo periodo sono state fatte “ a mano” evitando la mediazione di pennelli, spatole e tutti quelli strumenti deputati alla pittura.

I quadri realizzati in questo periodo, una trentina, saranno esposti a Castellammare di Stabia presso l’Associazione Culturale Myo in via Santa Caterina 43, in pieno centro storico stabiese.

La mostra nata dalla collaborazione dell’Adv I Vesuviani di Torre del Greco e l’Aps Myo di Castellammare di Stabia punta a valorizzare le persone con bisogni speciali, portare attraverso la cultura un segno di cambiamento e di rinascita in un tessuto sociale molto difficile.

La mostra sarà aperta al pubblico dal 27 aprile al 27 maggio. Sabato 16 maggio alle ore 20.30 ci sarà l’artista che parlerà con il pubblico del suo percorso artistico e personale.